Ansa – 18 febbraio 2017

Sempre più difficile cambiare valute straniere in banca Sondaggio Best and Fast Change, in 8 su 10 solo per correntisti (ANSA) - ROMA, 18 FEB - Cambiare valute straniere in banca è diventato quasi impossibile. Più di otto filiali bancarie su dieci effettuano il servizio di cambio solo per i correntisti e comunque per un numero di valute molto limitato. È quanto emerge da un sondaggio che Best and Fast Change, il secondo cambiavalute turistico in Italia, ha condotto contattando 50 filiali dei principali 30 istituti di credito presenti a Firenze, Roma, Milano, Torino, Genova, Venezia, Bolzano, Bergamo e Bari. Le pochissime filiali che offrono il servizio a tutti i clienti, dice lo studio, pongono spesso limiti alle quantità di denaro che è possibile cambiare quotidianamente (250 o 500 euro) fino a 2 o massimo 4 giorni consecutivi. L'8% delle filiali bancarie contattate ha dichiarato che presso i loro sportelli non è possibile effettuare operazioni di cambio valute. Non sono mancati esempi di banche che offrono il servizio tramite gli sportelli dei cambiavalute. Il cliente prenota la valuta tramite il servizio online della banca e poi ritira il denaro presso lo sportello del cambiavalute indicato. "Il servizio di cambiavalute - spiega Fabrizio Signorelli, Amministratore Unico di Best and Fast Change - richiede non solo competenze specifiche ma anche un'operatività diversa da quelle di una banca. Essendo rivolto prevalentemente ai turisti, il servizio va erogato negli aeroporti e nei centri storici delle città, in fasce orarie che coprano quasi l'intera giornata. I nostri sportelli, ad esempio, sono aperti per 19 ore negli aeroporti e 14 ore nei centri storici delle città dove siamo presenti. Questo implica elevati costi per l'affitto delle strutture, anche 10 mila euro al mese per uno spazio di 15-20 metri quadrati, e per il personale, che nell'80% dei casi da noi è assunto a tempo indeterminato". (ANSA).

- ANSA